venerdì 18 settembre 2009

NetOne (Focolari) per un’informazione al servizio della convivenza civile

NetOne, rete di operatori della comunicazione che si ispira allo spirito di unità del Movimento dei Focolari, esprime adesione alla manifestazione di sabato prossimo, non “contro” ma “per” un’informazione davvero libera dai condizionamenti politici ed economici che non da oggi e non solo in Italia, gravano sui giornalisti.
La reazione così corale a cui stiamo assistendo in questi giorni, può imprimere una svolta decisiva per una nuova consapevolezza delle responsabilità sociale dei giornalisti. Non vogliamo “un’informazione al guinzaglio”, ma nemmeno un’informazione ridotta a battibecco, appiattita sul gossip e sui veleni. Chiediamo di dare più voce al Paese reale, alle risposte di solidarietà, fraternità, perdono, creatività e impegno che emergono dalla società civile. Chiediamo altresì che il sistema mediatico faccia i conti con il nuovo orizzonte multiculturale, multireligioso e multietnico del nostro Paese in vista di una maggiore conoscenza della ricchezza della pluralità delle culture. Sono queste alcune condizioni irrinunciabili perché l’informazione rispetti i principi sociali di convivenza e compia la sua funzione di coscienza critica del potere e di facilitatrice della convivenza civile.

1 commento:

Igor Fobia ha detto...

Vorrei, in aggiunta, che il sistema mediatico facesse chiarezza su come i focolarini sono organizzati, su quanti soldi hanno e su come li usano, su quali condizionamenti mentali generano nei loro membri. E su quante persone hanno rovinato ( www.focolare.net http://www.sacroprofano.net/category/spirtules/mov-foc/ )